Vie di ghiaccio in Dolomiti

0

Guida alle più belle ascensioni su ghiaccio e misto nell'area dolomitica

vie-di-ghiaccio-in-dolomiti
 
Parte della serie: Itinerari Alpini
  • Vie di ghiaccio in Dolomiti
Edizioni:Tascabile (Italiano) - Prima edizione: € 11,40
Dimensioni: 10,50 x 15,50 cm
Pagine: 200

di Eugenio Cipriani

Il libro è fuori produzione ma se ne trovano delle copie nell'usato (10/15 euro).

[VERIFICA LA DISPONIBILITÀ SU AMAZON]

[CERCA SU EBAY]

Pubblicato:
Edizioni:
Genere:
Tags:
Excerpt:

Trattare di salite di ghiaccio e terreno misto nell'area dolomitica è senza dubbio insolito e, forse, alquanto strano. Il termine stesso Dolomiti è giocoforza associato all'idea della roccia, di una roccia pura, sana e verticale quale, effettivamente, è dato trovare solo in quella zona. Ne consegue che, in virtù di peculiarità così evidenti, da sempre, quando si parla di arrampicata su roccia, il pensiero corre subito a queste montagne, che di tale arte sono state, per così dire, la culla e che, tutt'ora, seguitano a offrirsi, quale palestra ideale per rocciatori di ogni nazionalità.

Tuttavia, date queste premesse, ho giudicato che non fosse del tutto fuori luogo, né privo di interesse, uno studio, prima, e d un'opera informativa, poi, sulle più rimarchevoli possibilità di salire con piccozze e ramponi le maggior crode dolomitiche.

APPROFONDISCI

Varie ragioni, la cui elencazione può essere utile ad una migliore comprensione dello spirito formativo del presente lavoro, possono giustificare l'opera. La prima di queste potrebbe essere definita quale 'contributo allo snellimento del traffico di croda'. Trovo, infatti, frustrante ed angoscioso assistere allo spettacolo offerto da code di arrampicatori in attesa di attaccare un percorso. Visioni simili sono note a chiunque abbia frequentato nei percorsi di punta località come la Conca Ampezzana, il Passo Sella, certe zone del Catinaccio, ecc.... Parte di questi alpinisti in attesa (i più romantici, senz'altro) potrebbero dunque deporre, per una volta pedule, (e sacchetto di magnesite) per munirsi invece di appuntiti strumenti in virtù dei quali godersi la pace dei canaloni e degli alti nevai dolomitici.

Un'altra ragione, ancor più valida, forse, risiede nel fatto che arrampicarsi lungo i ghiaccia dolomitici significa esplorare luoghi reconditi ed incontaminati; significa camminare lungamente nel silenzio senza incontrare alcuno, penetrare gole dove pare che la montagna voglia accogliere dentro di sé chi cerca di salirla e, infine, ancora significa vivere all'alba, magico dorato momento, alti fra le rocce più alte.

Esposte dunque le ragioni, pratiche ed estetiche, che mi hanno indotto ad accostare un argomento così trascurato, è ora di entrare nel vivo della materia tratta iniziando con qualche utile informazione.

COMPATTA

 

vie-di-ghiaccio-in-dolomiti

 

INDICE

  • Prefazione
  • Nota Introduttiva (Criterio adottato nella valutazione delle difficoltà, Avvertenze e informazioni, Cartografia consigliata, Bibliografia essenziale, Bibliografia consigliata

IL LIBRO

Pagina 122/123 - Gruppo del Cristallo

Pagina 122/123 - Gruppo del Cristallo

Pagina 186/187 - Gruppo del Popera

Pagina 186/187 - Gruppo del Popera

 

LE ZONE

  • Gruppo del Brenta
  • Gruppo del Sassolungo
  • Gruppo delle Pale di San Martino
  • Gruppo della Marmolada
  • Gruppo del Civetta
  • Gruppo delle Tofane
  • Gruppo della Croda Rossa
  • Gruppo del Cristallo
  • Gruppo del Sorapiss
  • Gruppo dell'Antelao
  • Gruppo dei Tre Scarperi
  • Gruppo del Popera

 

Il libro è fuori produzione ma se ne trovano delle copie nell'usato (10/15 euro).

[VERIFICA LA DISPONIBILITÀ SU AMAZON]

[CERCA SU EBAY]

 

Nessun commento

Salita Consigliata