Noia ghiacciata – Condizioni neve e ghiaccio Appennino Tosco Emiliano

0
Sassofratto

Gennaio sta giungendo lentamente al termine con nebbie e cieli grigi. Lo salutiamo senza rimpianti con la speranza che febbraio ci porti qualche sussulto un po’ più invernale. Nel frattempo il ghiaccio (neve dura/ghiacciata) cosparge gran parte dell’Appennino e sembra resistere piuttosto bene all’inesorabile erosione frutto delle temperature piuttosto miti che stanno caratterizzando tutta la seconda metà del mese e ci accompagneranno ancora per un po’ (almeno tutta la prima parte della prossima settimana).

Lo scorso fine settimana ci siamo divisi tra Apuane e Appennino. Nelle prime ci siamo addentrati nella galleria dell’omonimo canale al Pizzo Maggiore (salita particolarmente scenografica e completa, relazione in arrivo!) mentre sulle vette più vicine a casa ci siamo scontrati con il ‘ghiacciaio’ Sassofratto (l’Appennino non finisce mai di stupire

 
).

PIZZO MAGGIORE – CANALE DELLA GALLERIA (20 gennaio 2018 – Alpi Apuane)

SASSOFRATTO (21 gennaio 2018 – Appennino Tosco-Emiliano)

IL WEEKEND CHE VERRÀ (27-28 gennaio)

Tra venerdì e sabato deboli precipitazioni interesseranno l’Appennino, portando forse una leggera imbiancata sulle cime (1600/1700 m). Da sabato pomeriggio migliora e domenica dovrebbe prospettarsi una gran bella giornata dalle temperature comunque piuttosto primaverili.

Sabato sconsigliabile, domenica da sfruttare.

BOLLETTINI METEO

METEO PARMA – www.meteoparma.com
REGGIO EMILIA METEO – www.reggioemiliameteo.it
METEO APUANE – www.meteoapuane.it
EMILIAROMAGNA METEO – www.emiliaromagnameteo.com
ARPA EMILIA ROMAGNA – www.arpa.emr.it
METEOMONT – PERICOLO VALANGHE – www.sian.it

 

SALITE CONSIGLIATE

Condizioni che si manterranno piuttosto buone/ottime per muoversi con ramponi e piccozze sui canali e salite classiche di tutto l’Appennino, soprattutto nei versanti riparati dove la neve è ancora presente e generalmente oltre i 1500 metri (sotto è primavera!). L’eventuale imbiancata di neve pesante che potrebbe cadere tra venerdì e sabato e solo sulle cime più alte non farà altro che migliorare la situazione.

Le temperature non sono particolarmente favorevoli ma la notte serena tra sabato e domenica dovrebbe garantire un buon rigelo ovunque nelle prime ore di domenica. Neve che si potrà presentare molto varia (dura, ghiacciata ma anche più morbida) a seconda della quota e dell’esposizione. Nei versanti meridionali ed esposti al sole mollerà piuttosto velocemente (o neppure rigelerà).

Ramponi sempre e comunque! Ovunque obbligatori anche solo lungo i sentieri e le salite più facili.

Tutti i canali e le vie più ‘facili’ manterranno le ottime condizioni in cui sono già con bella neve dura e fondo portante. Le vie più impegnative (oltre difficoltà D) difficilmente potranno presentarsi in condizioni sufficienti e vanno valutate sul posto. C’è la remota possibilità che in caso di significative precipitazioni di neve pesante/mista possono verificarsi ottime condizioni anche sul ripido ripido (sognare è lecito….).

PICCHE E RAMPONI 75+% di buone condizioni (meno buone sul ripido ripido).

CASCATE DI GHIACCIO non pervenute.

SCI attenzione! Appennino pistone bello ghiacciato.

CIASPOLE inutili e dannose.

Qualche spunto:

 

La Est del Prado (21 gennaio 2018)

La Est del Prado (21 gennaio 2018)

FLASH D’APPENNINO e CRONISTORIA INVERNO 2017

 

Per consigli e informazioni sempre a disposizione!

Molto graditi messaggi, foto e report da condividere (info@redclimber.it o direttamente al sottoscritto su facebookCONTATTI).

Nel gruppo facebook Appenninisti: ghiacciatori dell’Appennino Tosco-Emiliano ultime info e aggiornamenti.

Buon Appennino!

 

Sulla cima del Pizzo Maggiore (Alpi Apuane), sullo sfondo il Pizzo d'Uccello

Sulla cima del Pizzo Maggiore (Alpi Apuane), sullo sfondo il Pizzo d’Uccello

 
Appennino

Nessun commento

Salita Consigliata