Piogge primaverili e… – Condizioni neve e ghiaccio Appennino Tosco Emiliano

0
Scalocchio

È arrivata la primavera? Il tiepido sole di questi giorni e il meteo dei prossimi dicono di si. Noi nel fondo del cuore speriamo ancora di no…

Prima però di fare qualche considerazione generale, di parlare delle condizioni e ipotizzare quello che ci aspetta, una piccola premessa: è marzo, è inverno! Nonostante in pianura sfioriamo i 20° e iniziamo ad infilare cappotti nell’armadio, sulle cime dell’Appennino il clima è ancora piuttosto invernale. Certo non è gennaio, al pomeriggio il sole è alto e tramonta tardi ma basta un poco di vento per farci battere i denti, due nuvole per farci perdere e congelarci tra la neve. Sempre rispetto per le nostre piccole montagne, soprattutto quest’anno che sono carichissime di neve, neve che prima o poi sarà destinata a scendere in maniera anche poco piacevole! Il fine inverno è certamente il periodo più godibile per i sensi ma richiede anche particolare attenzione perchè quello che ci insegnano gli ultimi anni è che la natura reagisce spesso per eccessi e in maniera traumatica, e questo non è affatto piacevole.

Detto questo, tutto il resto si potrebbe riassumere in un wow.

 

qualche foto in più del Vallone dell’Inferno 8/03/2018

Dal 2014 non si vedeva tanta neve. A onor del vero bisogna dire che quell’anno a 1800 metri ce n’era molta di più ma anche che a 1300 c’erano i fiorellini e a 1500 meno di ora. Certo è che gli ultimi anni erano invece stati avarissimi e forse ci avevano fatto un po’ dimenticare la ‘normalità‘ dell’inverno appenninico e al contempo ci eravamo abituati al bel tempo perenne (cosa che comunque non era male!).

Passando alle condizioni, lo scorso weekend siamo saliti in Val d’Aveto per provare a mettere le mani su un po’ di ghiaccio o qualcosa di simile. Dopo una ravanata nella fresca (bello propensare consigli e poi non seguirli!) ci siamo lanciati sulla splendida Cascata dell’acquapendente in gran forma. Veramente un bel viaggio sulla probabile cascata più difficile dell’Appennino Settentrionale. Condizione ottime, ghiaccio abbondante e bagnato. Abbiamo salito la cascata in due tiri 40 m + 30 m. Alla sosta intermedia abbiamo rimosso l’unico chiodo ballerino, la sosta in cima era invece sotto la neve ma gli alberi non mancano. Relazione in arrivo la prossima settimana. Per quanto riguarda le cascate è online la relazione della Cascata della Mano in Val Parma, salita qualche settimana fa. L’itinerario è consigliabile anche in accoppiata con il Canalino dello Scala, la cui relazione ho aggiornato nei giorni scorsi (la stagione inizia però ad essere agli sgoccioli…).

Giovedì sono salito al Passo del Cerreto con l’idea di dare un occhiata al Monte Alto e all’Alpe di Succiso. Raggiunto il passo però mi è sembrato tutto già molto al sole e allora ho deviato sul Vallone dell’Inferno che appariva splendido già dalla strada. La neve alla macchina era portante e abbondante (1/1.5 m a spanne), così lasciate le ciaspole nel baule mi sono avviato nel bosco. Ho salito un interessante canaletto sul primo gendarme che si incontra salendo a sinistra, poi il Canale dei 2 Gendarmi e ho raggiunto la cima della Nuda. Condizioni così così soprattutto sul secondo, la neve infatti peggiora salendo e non è più dura e compatta. Si cammina comunque piuttosto bene! In altro grandi cornici e accumuli notevoli su pendii e canali (bivacco Rosario sommerso).

VIDEO RIASSUNTIVO DELLE CONDIZIONI

La Nuda

Video lunghino ma c'erano un po' di cose da dire#cètantissimaneve #appennino(nel pomeriggio il report completo)

Pubblicato da REDclimber.it su venerdì 9 marzo 2018

 

I prossimi giorni (weekend) è in arrivo una bella botta calda con annessa mega piovuta sul crinale! Situazione che fa gioire il sottoscritto e qualche altro appassionato delle picche o di eventi meteorologici estremi ma che andrà sicuramente monitorata per probabili piene e fenomeni annessi, soprattutto per la tanta neve che si scioglierà alla quote non elevate (1000/1500 m). Il dopo è ancora incerto ma c’è la possibilità che quest’ultima fase dell’inverno segni il ritorno delle picche in un contesto prettamente invernale ma comunque piacevole com’è il tempo primaverile (seguire aggiornamenti!!).

 

IL WEEKEND CHE VERRÀ (10-11 marzo 2018)

Bivacco Rosario

Bivacco Rosario

Quando il tempo prende il giro brutto nel weekend è sempre difficile fargli cambiare direzione… 

Se lo scorso weekend una piccola finestrella si era aperta i prossimi 2 giorni non lasciano neanche il più piccolo forellino di speranza.

Sabato, nuvoloso con piogge fino alle cime.

Domenica tempo veramente brutto con vento forte e piogge abbondati sul crinale (DA EVITARE!!!!!!!).

BOLLETTINI METEO

METEO PARMA
REGGIO EMILIA METEO 
METEO APUANE 
EMILIAROMAGNA METEO 
ARPA EMILIA ROMAGNA
METEOMONT – PERICOLO VALANGHE

SALITE CONSIGLIATE 

Nulla. Qualche spunto per il futuro.

 

Per consigli e informazioni sempre a disposizione!

Molto graditi messaggi, foto e report da condividere (info@redclimber.it o direttamente al sottoscritto su facebookCONTATTI).

Nel gruppo facebook Appenninisti: ghiacciatori dell’Appennino Tosco-Emiliano ultime info e aggiornamenti.

 

La classica valanga sopra le piste del Cerreto

La classica valanga sopra le piste del Cerreto

FLASH D’APPENNINO e CRONISTORIA INVERNO 2017

 

 

Buon Appennino!

 

Gente fortunata

Gente fortunata

 
Appennino

Nessun commento

Salita Consigliata

Picco Luigi Amedeo - Via Normale

10 itinerari dal Rifugio Allievi Bonacossa

10 itinerari dal rifugio Allievi Bonacossa: dalle escursioni, sempre piuttosto lunghe e faticose, alle salite alpinistiche facili; dalle arrampicate classiche a quelle più moderne ed impegnative. ...