Canale-Camino dei Lucchesi + Variante del Diedro: tra esperimenti sessantottini e piolet traction alla Pania della Croce

0
Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

La Pania delle Croce è la quarta cima delle Alpi Apuane. Posta all’estremo Sud del gruppo costituisce uno dei settori più interessanti e frequentati dagli amanti del ripido invernale. Sulle sua parete Nord o meglio sulla sua antecima Nord e sul Colle della Lettera sono presenti decine di vie, varianti e possibilità invernali per tutti i gusti e difficoltà. La classicissima e la più semplice è l’Amoretti-Di Vestea che sale al centro del versante per un marcato canale. Il Canale-Camino dei Lucchesi costituisce insieme all’omonima Via dei Lucchesi il primo pionieristico passo verso le moderne salite su neve e ghiaccio dei forti alpinisti degli anni sessanta. Il Canale-Camino dei Lucchesi sale un marcatissimo canale all’estrema destra della parete con percorso logico e lineare in ambiente suggestivo, incassato tra alte pareti. Il passaggio chiave della salita è costituito da un ripido salto ghiacciato (85°) che si può presentare più o meno secco e ripido a seconda delle condizioni. La variante del diedro è una logica uscita più impegnativa e sostenuta ma particolarmente consigliabile che sale per una splendida lingua di ghiaccio tra le rocce.

Prima salita: D. Ciuffi, D. Dianda, M. Pesi, F. Pollastri, R. Da Porto, P. Bartolini e O. Velli il 6 marzo 1966

PANIA DELLA CROCE (1859 m) – CANALE-CAMINO DEI LUCCHESI

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

La parete Nord della Pania della Croce con il tracciato della via (foto inverno 2015)

INFO TECNICHE  
Data Uscita14 marzo 2017CompagniFederico Rossetti, Mario Brunelli, Pietro Gaibazzi
Itinerariovia Canale-Camino dei Lucchesi con variante del Diedro al Colle della LetteraZona MontuosaAlpi Apuane - Pania della Croce
Tempo Totale 5/6 h (1.30/2 h la via)Dislivello800 m (150 m la via)
Località di PartenzaLocalità Piglionico (LU)Quota partenza e arrivo1100 m - 1859 m
Difficoltà globaleD 3M il Canale Camino dei Lucchesi
D+/TD- 4M la variante del diedro
Difficoltà tecnicaNeve/ghiaccio passo a 85° (possibile misto), spesso 45/55° sul Canale-Camino dei Lucchesi
80° continui, spesso 60/65°, passo a 85° sul diedro
Chiodaturasosta a chiodi, 3 chiodi di passaggio (2 nel camino, 1 sul diedro)MaterialeDa alpinismo invernale (due piccozze, meglio tecniche), serie di friend, qualche vite da ghiaccio, fittoni
Tipologia arrampicata Canale/goulotte di neve e ghiaccioRocciaCalcare buono
SegnaviaSentiero CAI n°7Libro di vettaNo
Punti d’appoggioRifugio Rossi AcquaNo
Cartografia utilizzataAlpi Apuane - Carta dei sentieri e rifugi 1:25000Bibliografia utilizzataGhiaccio Salato – Relazione 41 (pag. 61)
Giudizio100100100100Consigliata Si, breve ma molto bella (il diedro è più continuo ma se in condizione merita!!)

INDICAZIONI STRADALI

Si deve raggiungere località Piglionico (QUI) nelle Alpi Apuane. Da Castelnuovo Garfagnana seguire per Arni (SP 43), poi tenersi a destra (indicazioni Alpe S. Antonio). Ai vari bivi tenere sempre le indicazioni per il Rifugio Rossi e continuare sulla piccola strada che diventa infine sterrata. Con innevamento abbondante parcheggiare qui, in caso contrario proseguire per qualche centinaio di metri fino al termine della strada dove si lascia la macchina.

AVVICINAMENTO

Seguire la strada fino alla cappelletta, qui imboccare il sentiero (indicazioni Rifugio Rossi) e seguirlo. All’unico bivio tenere a sinistra e continuare a salire nel bosco fino ad uscire su pendii in vista del Rifugio Rossi (1 h). Raggiungerlo e proseguire a mezzacosta con la parete in vista fino al colle, Focetta del Puntone (cartelli). Scendere a destra e iniziare a traversare sotto la parete (conviene tenersi abbastanza bassi), si doppia un primo spigolo, l’evidente attacco dell’Amoretti-Di Vestea e un secondo spigolo. Alla base di questo nuovo versante molto roccioso conviene prepararsi (1.30/2 h).

 

 

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Rifugio Rossi e la Parete Nord della Pania della Croce

 

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Avvicinamento, in contemplazione della parete

RELAZIONE

Salire il pendio che diventa via via più ripido ed entrare nello stretto canale, molto scenografico (possibilità di fare 1/2 tiri). Seguirlo stretto tra le rocce su pendenze costanti (45/50°) fino alla base di un salto dove conviene legarsi.

1° tiro: raggiungere la base del salto (chiodo alla base a destra) e superare breve salto verticale su ghiaccio (85° o misto se secco, o più appoggiato con molta neve) uscendo poi in un canale più appoggiato (55°), seguirlo superando poi un tratto più ripido (65°) e raggiungere la sosta su chiodi vecchi, da rinforzare (45 m).

VARIANTE DEL DIEDRO: attaccare il bellissimo diedro ghiacciato sopra la sosta (80° continui), al suo termine, chiodo a destra, proseguire per goulottina (60/65°). Dopo una decina di metri si può traversare a sinistra e raggiungere un facile canale. Continuare invece dritti superando un nuovo tratto impegnativo (80°, misto) ed uscire infine sul ripido pendio sommitale (55/60°), possibile cornice. Sosta da attrezzare su neve o sulle rocce affioranti (50 m).

2° tiro: dalla sosta non salire il diedro ma spostarsi a sinistra su placche ghiacciate/gradoni (all’apparenza delicati) e raggiungere un canale più ampio che si segue fino alla cresta.

Salire a sinistra fino a raggiungere la cresta principale che si segue a destra in bell’ambiente fino alla cima alla Pania della Croce (1.30/2 h dall’attacco).

DISCESA

Scendere verso Nord il pendio tagliando verso sinistra (faccia a valle, 30/40°), quindi scendere direttamente nel vallone fino al colle, Focetta del Puntone (cartelli). Per medesimo percorso dell’avvicinamento, raggiungere prima il rifugio (0.30 h dalla cima), quindi il parcheggio (1.10 h dalla cima).

OSSERVAZIONI

Seconda  volta alla Pania, la prima avevamo salito la classica Amoretti-Di Vestea, posto veramente meritevole che paga il lungo e scomodo avvicinamento in auto di noi emiliani. Il camino-canale dei Lucchesi è breve ma in ambiente notevole, se in condizione il secondo tiro della variante merita, veramente bello! Con buone condizioni, come da noi trovate, il tiro seppur sostenuto non è mai particolarmente difficile (valutabile D+) e sempre ben proteggibile a friend (utili anche i micro).

Per i ‘non local’ vale la pena fermarsi una notte al Rifugio Rossi.

Sulla parete corrono decine di altre vie per tutti i gusti e difficoltà. In giornata non perdendosi in chiacchiere si riescono senza troppi problemi a salire due itinerari: su difficoltà simili la Via dei Lucchesi, La Rampa o Yahoo.

CONDIZIONI E METEO INCONTRATI (15 febbraio 2017)

Abbiamo trovato la via in ottime condizioni, neve buona praticamente sempre fin dal bosco, poi marmorea poco sotto il rifugio. Ottima lungo tutto il canale con ghiaccio sul primo salto. Il diedro della variante in super condizioni, tutto ghiaccio!

Dal punto di vista meteorologico è stata una giornata serena ma calda (siamo saliti in maglietta fino a dentro il canale!) ma la neve ha retto benissimo tutto il giorno mollando solo al sole.

variante del diedro al Canale-Camino dei Lucchesi al Colle del…

A noi è piaciuta molto :)in arrivo la relazione! #redclimber

Geplaatst door REDclimber.it op vrijdag 17 maart 2017

 

 

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Nella prima parte del canale

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

1° tiro: il salto di ghiaccio/misto

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Sulla variante del Diedro

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Cima

 

 

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Sulla cresta sommitale

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Il primo salto

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

L’attacco del diedro

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

La variante del Diedro

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Passaggi goulottici sul diedro del secondo tiro

Pania della Croce - Canale-Camino dei Lucchesi

Foto di vetta!

 

 DOWNLOAD 

VISUALIZZA ONLINE


Salita9.5
Ambiente9.5
Arrampicata9
9.3
Valutazione dei lettori : (4 Valutazioni )
8.8

Nessun Commento

Salita Consigliata

Rocca del Prete - Spigolo Nord

Rocca del Prete – Spigolo nord

La Rocca del Prete (1466 m) è una delle più interessanti zone d’arrampicata dell’Appennino Settentrionale. Posta interamente in territorio ligure, sopra Santo Stefano d’Aveto, si ...