Mengol Surprise : bella salita invernale sulle Orobie

0
Cima Mengol - Mengol Surprise

La Cima Mengol (2421 m) è una bella elevazione delle Alpi Orobie, spartiacque tra la Val Baione e la Val di Scalve. Mengol Surprise è una via recente e diretta al versante settentrionale della montagna che alterna tratti su neve a divertenti tratti di misto. Lo sviluppo complessivo è di circa 350 metri prima lungo un canalino nevoso quindi per bella crestina tra neve e saltini rocciosi. Le difficoltà tecniche sono moderate e discontinue, II° e passi a 60° su neve. La via non è attrezzata, utili friend e cordini per le eventuali soste.

Prima salita: G. Tommasoni, E. Canova il 12 aprile 2013.

CIMA MENGOL (2421 m) – MENGOL SURPRISE

Cima Mengol - Mengol Surprise

Il versante settentrionale di Cima Mengol, in rosso la via Mengol Surprise.

INFO TECNICHE   
Data Uscita13 gennaio 2015CompagniAlberto Piazza
ItinerarioCima Mengol per la via Mengol SurpriseZona MontuosaAlpi Orobie
Tempo Totale 7/9h (2/3 h la via)Dislivello1200 m (200 m la via)
Località di PartenzaLocalità I Fondi (BG)Quota partenza e arrivo1261 m - 2421 m
Difficoltà globaleAD+ Difficoltà tecnicaCanale a 55/60° - tratti di misto, passi di II°
ChiodaturaAssente, un cordino all'uscita del canaleMaterialeDa Alpinismo invernale, due piccozze, qualche friend, cordini.
Eventualmente chiodi da ghiaccio/fittoni. Una mezza corda sufficiente.
Tipologia arrampicata Canale di neve, cresta con passi di mistoRocciaCalcare e dolomia buona
SegnaviaSentiero CAI 142/143Libro di vettaSi
Punti d’appoggioRifugio Cimon della BagozzaAcquaNo
Cartografia utilizzata-Bibliografia utilizzataGhiaccio delle Orobie (itinerario 141)
Giudizio100100100100Consigliata Si! Bella salita varia e divertente

INDICAZIONI STRADALI

Si raggiunge in auto il paese di Schilpario in Val di Scalve e si prosegue sulla strada del Passo del Vivione fino a raggiungere località I Fondi (1261 m) dove si parcheggia nell’ampio slargo.

AVVICINAMENTO

Dal parcheggio si segue la strada asfaltata (conviene tagliare i tornanti – tracce) fino a raggiungere il Rifugio Cimon della Bagozza (1573 m). Si abbandona la strada del Passo del Vivione e si prende a destra verso il Passo Campelli. Si sale lungo la carraia fino a raggiungere una zona con “visuale aperta” e al bivio si prende a destra verso il Cimon della Bagozza. Si scende fino a un lago ghiacciato, quindi si sale verso il grande canalone della Bagozza. Si abbandona la traccia (ove più comodo) per puntare direttamente al versante nord di Cima Mengol (sinistra). Si sale inizialmente traversando a sinistra, poi direttamente per il lungo pendio con pendenza crescente (25/30°) puntando al canalone centrale. Si superano alcune fasce rocciose su pendenze maggiori (40°) e si raggiunge l’attacco della via vera e propria: un canale nascosto che sale la parete di sinistra (2.30 h).

 

 

Cima Mengol - Mengol Surprise

Salendo, Cima Mengol a sinistra e il Cimon della Bagozza a destra

Cima Mengol - Mengol Surprise

Verso il Gruppo dell’Adamello (foto A. Piazza)

RELAZIONE

Si sale il canalino (50° – II) con tratti di misto a seconda delle condizioni fino ad uscire in cresta.

Dalla sella noi ci siamo legati e abbiamo fatto sei tiri fino in vetta. Con buone condizioni è possibile procedere slegati o in conserva a seconda delle condizioni personali e della copertura nevosa (1.30/3 h dall’attacco in vetta).

1° tiro: dalla sella si segue la cresta a destra zigzagando prima sinistra, poi a destra cercando la via migliore di salita. Si sosta su spuntoni o su neve dopo circa 50 metri (50 m – 60° II).

2/3° tiro: si procede senza particolari difficoltà su neve (100 m – 50/60°).

4° tiro: si sale su neve tra le rocce quindi per un diedrino a gradini leggermente verso destra (II), sosta sulla sommità (60 m).

5° tiro: si sale su neve poi con percorso non obbligato verso una forcellina (50 m – 50° – II).

6° tiro: si sale a sinistra e si raggiunge la vetta per canalino (20 m – 50°).

DISCESA

Dalla cima si scende per ripido pendio nel versante meridionale, quindi si traversa a destra (scendendo), aggirando la vetta, e si raggiunge un colletto nevoso. Scendere il lungo canalone a destra su pendenze sostenute (35/40°) fino ad incontrare il Canalone della Bagozza. Per sentiero / traccia verso destra ci si ricongiunge alla via di salita che si segue fino al parcheggio (2 h).

OSSERVAZIONI

Bella salita in ambiente isolato. Non sottovalutare la discesa, lungo canalone a 40°. Nella relazione sulla guida si parla di IV° su roccia oltre che a saliscendi sulla crestina, noi siamo solo saliti zigzagando a volte per trovare la via migliore e abbiamo incontrato al massimo passi di II°, a cercarselo il IV° c’è ma è sicuramente evitabile.

GUIDE, RIFUGI, WEBCAM, BIVACCHI 

Il Rifugio Cimon della Bagozza (tel. 034656300) è aperto tutto l’anno e dispone di 40 posti letto.

 

Cima Mengol - Mengol Surprise

Nel canalino

Sulla cresta : 1° tiro

1° tiro

Cima Mengol - Mengol Surprise

Lungo la cresta

 

RELAZIONE PDF

VISUALIZZA ONLINE

VISUALIZZA ONLINE


 
(Visited 206 times, 3 visits today)

Salita9
Ambiente9
Arrampicata9
Merita, varia in ambiente severo.
9
Valutazione dei lettori : (0 Valutazioni )
0

Nessun Commento

Salita Consigliata