Punta Buffanaro – Canale nord. Una facile salita invernale dell’Appennino reggiano

0
Punta Buffanaro - Canale nord

Punta Buffanaro è una delle cime più isolate e affascinanti dell’Appennino Tosco-Emiliano: si trova nel cuore dei Groppi di Camporaghena, il tratto di crinale compreso fra i passi Cerreto e Lagastrello, affacciato sul mare con un versante selvaggio che sfiora i 1000 metri. Anche dal lato opposto, quello dei Ghiaccioni e di Succiso, Punta Buffanaro è abbastanza ripida e interessante alpinisticamente: sia d’estate (Via del Chiodo Fisso, Ti vedo tentennareDiretta nord) sia d’inverno (Sperone Nord e Groppi di Camporaghena).

Il Canale Nord insiste proprio su questo versante, fresco e ombroso, dove la neve rimane fino a stagione inoltrata. La linea di salita è diretta ed evidente, abbastanza lunga e mai esposta: si presta dunque bene come prima esperienza con piccozza e ramponi in Appennino fuori dai percorsi di salita ordinari.

Prima salita: ignoti

PUNTA BUFFANARO (1878 m) – CANALE NORD

In vetta (foto Misha Cattabiani)

INFO TECNICHE  
Data Uscita7 gennaio 2018CompagniLuca Castellani
ItinerarioCanale Nord di Punta Buffanaro in invernaleZona MontuosaAppennino Settentrionale
Tempo 5/7 h (1 h il canale)Dislivello900 m (300 m il canale)
Località di PartenzaSucciso Nuovo (RE)Quota partenza e arrivo988 m - 1878 m
Difficoltà globalePD Difficoltà tecnicaNeve fino a 45°
Chiodatura-Materiale1 piccozza e ramponi. Eventualmente una corda, fittoni e cordini.
La seconda piccozza è utile ma non indispensabile.
Tipologia arrampicata Canale di neveRoccia-
SegnaviaSentiero CAI 653, 00Libro di vettaNo
Punti d’appoggioBivacco Ghiaccioni, Agriturismo Valle dei Cavalieri a Succiso NuovoAcquaFontana alla partenza
Cartografia utilizzataCarta escursionistica - L'Appennino Reggiano (foglio 2)Bibliografia utilizzataAppennino di neve e di ghiaccio Vol. 1
Giudizio100100100Consigliata Si! Bel canale su una cima isolata.

INDICAZIONI STRADALI

Si raggiunge l’abitato di Succiso Nuovo nell’Appennino reggiano e si lascia la macchina lungo la strada nei pressi della chiesa (fontana).

AVVICINAMENTO

Si prende l’evidente carraia nel bosco, segnavia 653 (dx al bivio) e si risale la valle costeggiando il Torrente Liocca fino a raggiungere la piana dei Ghiaccioni (1.30 h). Da qui salire ad intuito nel bosco, lasciandosi a destra il sentiero per il Lago del Monte Acuto; prendere come riferimento le placche più alte, incontrando presto pendii aperti che si risalgono fino all’inizio del canale vero e proprio (2/3 h).

RELAZIONE

Risalire al centro del canale, su pendenze che non superano i 45°, fino a uscire sul crinale e quindi raggiungere la cima (1 h dall’attacco).

Verso la fine, si può puntare direttamente alla cima salendo lungo le placche a destra – se ghiacciate, su pendenze leggermente superiori (50/55° a seconda del percorso scelto).

DISCESA

Dalla vetta scendere la breve cresta in direzione sud, fino a una sella (bivio col sentiero che scende a Torsana). Qui si scende in un vago canale puntando al bosco sottostante (breve tratto a 40°); dunque con ripida discesa tra i faggi seguita da una breve pietraia ci si ricongiunge con il sentiero CAI 673, che in breve scende a sinistra ai Ghiaccioni.

Questa è la discesa più diretta: è possibile anche scendere su pendii un poco più dolci proseguendo verso il Monte Alto, e ricongiungendosi con il 673 sotto il Passo di Pietratagliata (consigliabile con innevamento abbondante).

Dai Ghiaccioni si rientra a Succiso sul comodo sentiero dell’avvicinamento (2/3 h dalla cima).

OSSERVAZIONI

A differenza del vicino Sperone nord, che corre all’apice delle placche di destra ed è interessante con tanta neve, il canale si rivela senz’altro più piccante in situazioni secche, con ghiaccio sulla linea e sulle placche. Allora anche se la pendenza è dolce la seconda piccozza non starà male in mano!

Io ho salito il canale non certo nelle condizioni migliori: di pomeriggio, dopo qualche giorno di caldo e nebbia in quota… nonostante fosse inizio gennaio, la neve non ha tenuto e si presentava sfondosa quasi ovunque.

L’esposizione favorevole e i 500 metri di dislivello senza alberi sino ai Ghiaccioni, rendono il canale nord una delle discese scialpinistiche più interessanti della zona. Attenzione però al pericolo valanghe!

RELAZIONI SALITE INVERNALI APPENNINO TOSCO-EMILIANO

RELAZIONI ARRAMPICATE IN APPENNINO TOSCO-EMILIANO

NOTE

Le foto sono di due giornate diverse (novembre 2017/gennaio 2018). Per alcune ringrazio Misha Cattabiani del prestito.

 

Punta Buffanaro

Le vie di Punta Buffanaro

Il canale visto dall’alto

 

RELAZIONE PDF

VISUALIZZA ONLINE


ALTRE SALITE INVERNALI NEL GRUPPO DELL'ALPE DI SUCCISO

 

GUIDE APPENNINO

(Visited 283 times, 1 visits today)

Salita8
Ambiente9
Arrampicata7
8
Valutazione dei lettori : (0 Valutazioni )
0

Nessun Commento

Salita Consigliata