Monte Scala – Via Amico Mio

0
Monte Scala - Amico Mio

Il Monte Scala (1709 m) è una cima dell’Appennino Tosco-Emiliano che separa la valle dei Laghi Gemini da quella di Badignana. La montagna dell’alta Val Parma supera di poco i 1700 metri e contrappone due dirupati versanti principalmente rocciosi, NO e SE: sul primo quello dallo sviluppo maggiore ci sono alcune vie di più tiri, nel secondo è stata attrezzata una falesia. In inverno la montagna offre interessanti salite con ramponi e piccozze: il classicissimo Canalino NO, la Cascata della Mano e il più facile Canale dell’Angelo.

La via Amico Mio si svolge nel settore destro della parete, al centro del pilastro situato a sinistra dello Spigolo Sud con uno sviluppo di un centinaio di metri piuttosto verticali suddivisi in 5 tiri ottimamente attrezzati a spit. Le difficoltà sono abbastanza omogenee sul quinto grado con un bel tiro finale su roccia scura un po’ più impegnativo (6a).

Prima salita: Roberto Donelli, Franco Ferrari, G. Olivieri fini anni ’80 dal basso.

MONTE SCALA (1709 m) – VIA AMICO MIO

Scala

La parete Ovest (settore destro) del Monte Scala

INFO TECNICHE  
Data Uscita23 giugno 2013CompagniLuca Ziliotti e Alberto Piazza
SettoreParete Ovest - Settore destroItinerario - Viavia Amico Mio
EsposizioneNOPeriodo consigliatoMaggio - Settembre
Tempo4 h (2 h la via)Sviluppo100 m
DifficoltàII/S1, D+, 6aChiodaturaOttima a spit, soste con catena e anello di calata
Tipologia arrampicataPlacche lavorateRocciaArenaria macigno ottima
MaterialeDa arrampicata (10/12 rinvii)BibliografiaArrampica Parma
Giudizio100100100ConsigliataSi, bello l'ultimo tiro!

INDICAZIONI STRADALI

Si raggiunge il paese di Bosco nell’alta Val Parma e si seguono le indicazioni per Lagdei e il Lago Santo. Si procede per alcuni chilometri, si superano alcuni tornanti e al termine della strada asfaltata, in località “Cancelli” si svolta a sinistra e si percorre la sterrata per 4 km fino ai laghi e al Rifugio Lagoni dove si lascia la macchina.

AVVICINAMENTO

Dal Lago Gemini inferiore prendere il sentiero CAI segnavia 711 che costeggia il lago dal lato occidentale. Seguiere il bel sentiero che sale nel bosco e dopo una mezzora ad un primo bivio tenere la destra e salire in breve al Lago Scuro. Al nuovo bivio nei pressi del lago tenersi a sinistra e imboccare il sentiero verso il Passo Fugicchia. Si sale fino al passo (1669 m) dove si lascia il sentiero segnato e si seguono le tracce a destra in cresta verso la sagoma rocciosa del Monte Scala. Scendere poi a sinistra verso la base della Parete Ovest. Superare gli attacchi di altre vie e raggiungere un evidente spigolo. L’attacco è poco oltre, targhetta e 2 spit (1/1.15 h circa).

RELAZIONE

1° tiro: si sale verticalmente alla sosta seguendo gli spit (III/III+). Negli ultimi metri il tiro si impenna e si sale su belle lame (IV) fino alla sosta su catena e tre spit con anello di calata (25 m, 4a, 6 spit).

2° tiro: oltre alla sosta bel passo (IV+), quindi si rimonta lo spigolo verso un tettino che si supera sulla destra, quindi per belle lame (V-), poi più facile su terreno erboso fino alla comoda sosta su terrazzino. Presenti due soste, una vecchia e una più recente su spit e catena (20 m, 4a 7 spit).

3° tiro: si sale a sinistra dello spigoletto, quindi lo si risale con un bel passo (V), poi placca IV, infine si sale verticalmente con passo atletico appigliato (V-) fino alla sosta (30 m, 4c, 8 spit).

4° tiro: si sale a destra della sosta traversando leggermente, quindi verticalmente seguendo la fila di abbondanti spit e chiodi per belle fessure (V-), quindi si prosegue superando qualche altro tratto interessante con bell’arrampicata (V-) fino alla sosta (20 m, 5b, 5 spit nuovi oltre a chiodi e spit vecchi).

5° tiro: tiro chiave molto bello. Si sale a sinistra della sosta verticalmente su roccia molto appigliata (IV), quindi per fessure e roccia a buchi “granulosa” con bell’arrampicata. Si sale leggermente verso sinistra con passo esposto, quindi si sale per lame e buchi (VI). Usciti dal tratto impegnativo si supera qualche ultimo metro in arrampicata (III) fino alla comoda sosta finale su abbondanti catene e anelli di calata (25 m, 6a, 10 spit).

DISCESA

Dalla cima seguire la cresta verso Nord quindi a una selletta prendere il sentiero a destra. Superare la Falesia del Lago scuro, e continuare per sentiero segnato fino al Lago Scuro, da qui rientrare per medesimo sentiero dell’avvicinamento al Rifugio Lagoni (0.45 h dalla cima).

In alternativa, se si vuole percorrere un’altra via conviene scendere in doppia. Ci sono varie possibilità, la migliore è il diedro/camino a sinistra dell’uscita dello Spigolo Sud (parete opposta a dove si è saliti). In doppia si supera un primo terrazzino (ulteriore sosta eventuale) e si prosegue fino ai prati sottostanti (50 m). Per tracce seguendo la cresta verso Sud poi scendendo a destra nel versante Ovest si ritrova l’attacco (0.20 h dalla cima).

OSSERVAZIONI

Una bella salita al Monte Scala da accoppiare con un’altra via della parete.

Altre vie: Eta Beta (5b).

 

 
(Visited 1.030 times, 1 visits today)
Salita7.5
Ambiente9
Roccia8
Arrampicata8.5
8.3
Giudizio dei lettori: (0 Voti)
0

Nessun commento

Salita Consigliata

Gendarme

Un paio di vie al Gendarme

In quest’estate che non vuole arrivare (e non arriverà mai) gli Appennini restano la nostra unica consolazione. Dopo la ripetizione di Macigno Paradise al Braiola ...