Monte Scala – Via Eta Beta

0
Eta-beta

Il Monte Scala (1709 m) è una cima dell’Appennino Tosco-Emiliano che separa la valle dei Laghi Gemini da quella di Badignana. La montagna dell’alta Val Parma supera di poco i 1700 metri e contrappone due dirupati versanti principalmente rocciosi, NO e SE: sul primo quello dallo sviluppo maggiore ci sono alcune vie di più tiri, nel secondo è stata attrezzata una falesia. In inverno la montagna offre interessanti salite con ramponi e piccozze: il classicissimo Canalino NO, la Cascata della Mano e il più facile Canale dell’Angelo.

La via Eta Beta sale al centro del settore destro della parete Ovest, sotto la verticale del gendarme. Ha uno sviluppo piuttosto breve, circa 45 m, divisi in due lunghezze con bella arrampicata verticale su difficoltà continue di quinto grado.

Prima salita: Roberto Donelli e Matteo Fornari dall’alto il 7 agosto 1999.

MONTE SCALA (1709 m) – VIA ETA BETA

Scala
 

La parete Ovest (settore destro) del Monte Scala

 

INFO TECNICHE  
Data Uscita23 giugno 2013CompagniLuca Ziliotti e Alberto Piazza
SettoreParete Ovest - Settore destroItinerario - Viavia Eta Beta
EsposizioneNOPeriodo consigliatomag-set
Tempo1 h la viaSviluppo45 m
Difficoltà5b (passo di A0)ChiodaturaOttima a spit
Tipologia arrampicataPlacche lavorateRocciaArenaria macigno ottima
MaterialeDa arrampicata (10/12 rinvii)BibliografiaArrampica Parma
Giudizio100100100ConsigliataSi!

INDICAZIONI STRADALI

Si raggiunge il paese di Bosco nell’alta Val Parma e si seguono le indicazioni per Lagdei e il Lago Santo. Si procede per alcuni chilometri, si superano alcuni tornanti e al termine della strada asfaltata, in località “Cancelli” si svolta a sinistra e si percorre la sterrata per 4 km fino ai laghi e al Rifugio Lagoni dove si lascia la macchina.

AVVICINAMENTO

Dal Lago Gemini inferiore prendere il sentiero CAI segnavia 711 che costeggia il lago dal lato occidentale. Seguiere il bel sentiero che sale nel bosco e dopo una mezzora ad un primo bivio tenere la destra e salire in breve al Lago Scuro. Al nuovo bivio nei pressi del lago tenersi a sinistra e imboccare il sentiero verso il Passo Fugicchia. Si sale fino al passo (1669 m) dove si lascia il sentiero segnato e si seguono le tracce a destra in cresta verso la sagoma rocciosa del Monte Scala. Scendere poi a sinistra verso la base della Parete Ovest. Superare gli attacchi di altre vie e raggiungere l’attacco sotto la verticale del gendarme, targhetta e 2 spit (1/1.15 h circa).

RELAZIONE

1° tiro: dalla sosta si sale per placchetta (IV), poi si prende un sistema di fessure molto bello (V+) e si raggiunge la sosta con catena e anello di calata (25 m, 5b, 8 spit).

2° tiro: si traversa a sinistra della sosta con passi esposti (AO). Utilizzando il rinvio si raggiungono belle prese e le difficoltà si riducono (IV). Si supera quindi un passo atletico (V+) e una placchetta fino a raggiungere la sosta con catena e anello di calata alla base del gendarme (20 m, 5b, 4 spit).

DISCESA

Si scende per tracce seguendo la cresta verso Sud. Scendendo a destra nel versante Ovest si ritrova l’attacco (0.05 h) proseguendo invece in cresta si raggiunge il Passo del Fugicchia quindi si rientra per sentiero ai Lagoni (0.40 h dall’uscita).

OSSERVAZIONI

Bella via ottimamente attrezzata da accoppiare con qualche altra salita lungo la stessa parete.

Dall’uscita della via si può anche proseguire per la Cresta del Gendarme (IV+) quindi scendere (doppia o arrampicando) e continuare fino alla cima dello Scala per lo Spigolo Sud (2 tiri, 4a e p. 5a) ottenendo una logica e bella combinazione.

Altra vie allo Scala: Amico Mio.

 

 

 
Salita7.5
Ambiente7.5
Roccia8.5
Arrampicata8.5
8
Giudizio dei lettori: (0 Voti)
0

Nessun commento

Salita Consigliata