Pizzo Boga – R2 Monza: un’arrampicata plaisir sopra Lecco

0
Pizzo Boga - R2 Monza

Il Pizzo Boga è uno sperone roccioso che si eleva tra il Dente del Coltiglione e la Val Calolden nelle Grigne. R2 – Monza è la sua via di arrampicata più classica che sale la parete collegando le zone più sane e meritevoli con traversi e tratti su sentiero. L’arrampicata è piacevole, spesso bella, su ottimo calcare, varia e mai banale. La via è ottimamente attrezzata e le protezioni in loco, spit e chiodi, risultano sufficienti. Potrebbe comunque risultare utile qualche friend nei tratti più facili dove le protezioni sono più distanti.

Prima salita: A. Tagliabue e G. Bonfanti nel 1984

PIZZO BOGA – R2 MONZA

Pizzo Boga

Il Pizzo Boga

INFO TECNICHE   
Data Uscita19 aprile 2015CompagniAlberto Piazza, Luca Castellani, Mario Brunelli, Giacomo Guidetti
ItinerarioSalita al Pizzo Boga per la via R2 MonzaZona MontuosaGrigne
Tempo e distanza4.30 h (3 h la via)Dislivello450 m
Località di PartenzaLaorca (LC)Quota partenza e arrivo410 m - 865 m (circa)
Difficoltà globaleD-Difficoltà tecnicaTiro di V+, passi di V- e IV+, spesso III e I
ChiodaturaOttima a chiodi e spit, soste attrezzate a spitMateriale8 rinvii, qualche friend
Tipologia arrampicataVaria, principalmente placche e diedri lavoratiRocciaCalcare ottimo
SegnaviaTracceLibro di vettaNo
Punti d’appoggioPaese alla partenzaAcquaNo
Cartografia utilizzata-Bibliografia utilizzataGMI - Le Grigne pag. 268
Bello schizzo QUA
Giudizio100100100ConsigliataSi, bella

INDICAZIONI STRADALI

Raggiungere Lecco e proseguire per Valsassina (strada vecchia, non le gallerie) fino al paese di Laorca. Al secondo tornante (ampio slargo), girare a sinistra in salita. Proseguire e parcheggiare la macchina quando la strada inizia a scendere

AVVICINAMENTO

Prendere la stradina asfaltata con indicazioni Pizzo Boga e seguirla in salita fino ad incrociare a destra la traccia per il Pizzo Boga (palina). Seguire una canaletta in cemento quindi per tracce e bolli rossi, raggiungere la base della parete (0.20 h). La via attacca al centro della paretina leggermente a sinistra (targa).

 

Pizzo Boga

Accesso

Pizzo Boga

Si osserva la salita!! (foto M. Brunelli)

RELAZIONE

1° tiro: salire per diedri e rocce “rotte” ben presate tenendo più o meno la verticale. Dopo un fittone prendere un diedro fessurato fino al ripiano dove si sosta su spit e catena (35 m III e IV – 4 chiodi, possibili varianti).

Camminare prima per roccette (II), poi per erba e roccette, quindi nel bosco per sentiero in leggera discesa. Prendere la traccia a sinistra su un ghiaione fino alla base di una fessura diedro molto verticale, a sinistra di uno spigolo liscio.

2° tiro: salire il bel diedro verticale ottimamente chiodato (IV sostenuto, qualche presa un poco unta), quindi rimontato il diedro superare una placchetta più impegnativa (IV+), poi più facile fino alla sosta a spit (20 m – 4 spit).

Salire per traccia fino a una paretina (freccia rossa).

3° tiro: salire la placca fessurata (III), sosta a piacere su spuntoni (15 m).

Raggiungere facilmente la base di una parete verticale.

4° tiro: salire la parete al centro seguendo gli spit per diedri e belle fessure (4/5 spit). Sostare su uno spit e chiodo cementato  sulla sommità (35 m III e IV).

Salire verticalmente, poi traversare a destra raggiungendo la base di una placca con strapiombi.

5° tiro: superare il primo strapiombetto (IV, chiodo non visibile dal basso), poi per placca verso uno spit e superare un secondo strapiombetto leggermente a sinistra (V-) poi più facilmente sostando alla base di una parete verticale su spit (30 m – 3/4 chiodi).

Traversare a sinistra fino all’attacco del tiro successivo (scritta).

6° tiro: attaccare la bella placca bianca e verticale. Salire per belle fessure con arrampicata sostenuta (V+), abbondantemente attrezzata. Dopo un passaggio strapiombante continuare lungo lo “spigoletto” con arrampicata più facile e sostare su catena a destra (20 m – molti chiodi).

7° tiro: salire verticalmente la paretina (III), poi verso sinistra raggiungendo la sommità dove si sosta su spit (15 m).

DISCESA

Percorrere la crestina fino a una sella. Scendere il canale a sinistra, molto ripido (tratti con cavo e corde), poi per traccia fino all’attacco della via. Su medesimo sentiero dell’avvicinamento si rientra al parcheggio (0.40 h).

OSSERVAZIONI

Bella via discontinua ma meritevole. I gradi che si trovano in giro sono parecchio severi, il tiro sulla cuspide finale è sostenuto, personalmente il V+(almeno) c’è tutto. Altrove i gradi sono quelli, anche se non regalano mai nulla.

 

Pizzo Boga

1° tiro: attacco

 

Pizzo Boga

2° tiro: diedro (foto M. Brunelli)

 

Pizzo Boga

Cima

Pizzo Boga

La cresta alla fine della via (foto M. Brunelli)

RELAZIONE PDF

VISUALIZZA ONLINE

VISUALIZZA ONLINE


 
(Visited 1.950 times, 11 visits today)
Salita8
Ambiente7.5
Arrampicata8.5
Roccia9
Via discontinua, ma meritevole!
8.3
Giudizio dei lettori: (0 Voti)
0

Nessun commento

Salita Consigliata

Guglia Gei

Guglia GEI – Via Menato Pamato

Data uscita 16 giugno 2011 Itinerario Via Menato Pamato alla Guglia Gei Zona Montuosa Piccole Dolomiti Compagni Alberto Piazza e Luca Ziliotti Difficoltà globale D- ...